martedì 12 gennaio 2010

The games mascign: Nuove applicazioni di Facebook

.
Per tutti voi che state buttati dalla mattina alla sera davanti a Facebook ma che al tempo stesso vi sentite in dovere di dire la vostra autorevole opinione sopra a ogni cuollo di cazzo perchè vi siete presi una laurea in giurisprudenza, la mannaggiamaroshi ha elaborato una nuova straordinaria applicazione che vi permetterà di unire cronaca nera e divertimento spensierato:

Rosarnville è il nuovissimo browser game di Facebook, che ti permette di fare proprio tutto quello che fa un agricoltore del sud Italia: seminare, allevare animali, assumere braccianti extracomunitari senza versargli i contributi nemmeno se si presenta l' esercito a casa tua e menarli tutti assieme a dormire dentro a un container del 1940.

Ecco l' elenco completo delle colture che puoi seminare e degli oggetti che puoi utilizzare per la cura del tuo campo oppure regalare alla ragazza che ti piace e che forse, per il fatto di aver ricevuto il puorco paesano che le serviva per completare il livello, ti farà addirittura chiavare!



Ma attenzione! E' capace che gli extracomunitari bello e buono si ribellano ed escono da dentro ai campi di pomodori in cui sono stati atterrati assieme a 150 anni di diritto del lavoro, facendo succedere la disturbata dentro all' onesta e laboriosa Rosarno, che immediatamente prenderà i fucili da dentro al ripostiglio delle scope e si metterà a sparare all' impazzata per ritornare alla civiltà.


In quel caso dovrete fare affidamento a tutta la vostra capacità imprenditoriale per rimettere le cose a posto, sparando nelle cosce di 7-8 operai sorteggiati a random stesso dal computer in modo da dare un avvertimento anche a tutti gli altri.

Con soli 760 rosarnville cash, inoltre, ti puoi comprare sano sano il ministro degli interni leghista assieme a tutta la sua famiglia e fargli dire che se si è arrivati a questo è colpa dell' eccessiva tolleranza verso gli irregolari.

Andiamo ora a leggere le fantastiche recensioni pubblicate dagli utenti facebook sopra alla fan page di Rosarnville:







La straordinaria grafica, l' avvincente modalità di gioco e le maleparole in dialetto calabrese hanno reso Rosarnville l'applicazione più usata di facebook dopo Stalker 2.0, l' estensione che vi permette di vedere a chi si sta chiavando la vostra ex che vi ha levato dai contatti o di tirarvi le meglio pugnette davanti ai profili di femmine di 16 anni che non vi aggiungerebbero su facebook nemmeno se vostro padre facesse l'assessore comunale, creano album intitolati "semplicemente io..." o "un po' di me..." e dentro ci mettono le fotografie della pucchiacca che finiscono tali e quali sopra a internet con tanto di nome, cognome e indirizzo.

Che cosa state aspettando? Prendete una zappa e correte a giocare a Rosarnville, che nel caso fallisce lo studio legale di papà vi trovate avvantaggiati per il futuro!

Nota dell' autore: I fotomontaggi, che sono forse l'unica cosa buona di un post scritto senza genio, sono stati realizzati dal sempre ottimo mario perrotta.
.

21 commenti:

nerdepresso ha detto...

Come si chiama il gioco da dove avete preso i personaggi? Double Dragon?

barnabo ha detto...

sig. scustumato, voi siete assolutamente geniale.

Anonimo ha detto...

Rosarno Caput Mundi

Anonimo ha detto...

meraviglioso, mi fai intostare anche senza genio e senza imporre le mani.

alè

Angelo ha detto...

uagliò, sì GRUOOOOSS!

Lixi@ ha detto...

Egregio Signor autore , sono l'utente autore del topic in questione sul forum di cui Lei ha messo il Link , esattamente sono Lixia , ritengo che ci siano delle inesattezze in questo suo " articolo " o che dir si voglia.
Da calabrese le dico che i Rosarnesi sono indiscutibilmente una popolazione onesta , come in tutti gli altri luoghi ovviamente anche in questa cittadina ci sono le mele marce , ma questo ritengo sia cosa comune a tutta l'Italia.
Io ho trovato questo suo blog su facebook e l'ho linkato sul forum ritenendo che era interessante vedere come parte del popolo della rete avesse iniziato quel processo di derisione tipico appunto della rete nei confronti di temi scottanti come questo di Rosarno . A dire il vero essendo io una giocatrice di Farmville , questo suo scritto mi ha fatto anche sorridere , ma d'altro canto poi riflettendoci su mi dispiace molto che Lei abbia questa visione sbagliata della popolazione di Rosarno, purtroppo lì è stato un problema grave di ordine pubblico , che le assicuro succede anche nelle città più evolute del Nord con minore intensità ma frequentemente ogni giorno, proprio perchè purtroppo a volte le condizioni socio-economiche e lavorative della popolazione sia straniera che italiana in questo nostro Paese versa in condizioni disastrose e gli animi si surriscaldano facilmente.
Lei ha inteso vedere questa situazione ironicamente , bene , naturalmente io rispetto la sua opinione anche se non la condivido. Le auguro una serenza continuazione qui nel suo blog provvederò a chiedere ai moderatori del forum di eliminare quel topic entro domani visto e considerato che Lei non è disponibile al confronto. Con l'occasione le porgo

DS
Lixia

scustumato ha detto...

I miei interrogativi tuttavia sono rimasti inevasi. Quali sono le inesattezze che ho detto? Dopo quello che è successo, dovrei essere io a vergognarmi di parlare o chi ha ritenuto giusto prendere i fucili e sparare alla cieca in mezzo alla strada?

Lixi@ ha detto...

L'inesattezza, Signore, sta nel ritenere che l'intera popolazione rosarnese sia pronta a prendere il fucile dalla sera alla mattina , visto che lei ha scritto che tengono il fucile sempre pronto nel ripostiglio .
Se le fa più comodo ritenere che in Calabria ci alziamo la mattina e ci mettiamo a sparare all'impazzata come fossimo nel far west , bene , le ripeto personalmente accetto la sua opinione ma non la condivido. Purtroppo questa storia ha fatto male sia a noi Calabresi che a quelle povere anime di extracomunitari, ma vede fin quando ci saranno situazioni di disagio perpetrate nel tempo, in luoghi dove allo Stato ha fatto comodo non essere presente, fin quando l'Italia intera farà finta di non vedere il marcio che si porta dentro sè stessa, la bomba della rivolta sarà sempre pronta ad esplodere ad ogni latitudine da nord a sud, da ambo i lati sia da parte della popolazione italiana sia da parte degli stranieri residenti più omeno legalmente in Italia , e qui vede non è una questione di rosarnesi, di libici , di congolesi etc...

Io vivo al nord, e si figuri , quello che tutti vogliono far passare come civilissimo nord più volte mi ha sbattuto la porta in faccia perchè sono Calabrese, esplicitamente per la mia provenienza , la sua inesattezzasta sta anche nel ritenere che ciò accada a Rosarno perchè i rosarnesi sono , ironicamente come li definisce lei con tono sfottente, onesti e laboriosi, ebbene Signore , ciò ahimè accade in tutta Italia , le ripeto in maniera meno evidente, più subdola . Io stessa fui protagonista di un atto di violenza seppur minimo sulla mia persona a causa della mia provenienza geografica. La sua inesattezza sta nel ritenere che ciò sia circoscritto a tal punto da fare questo " articolo" proprio su Rosarno, eppure sa le basterebbe venire in Veneto e vedere quanti episodi di razzismo violento ci sono ogni giorno contro gli italiani stessi .
La sua inesattezza sta nel non capire che con le mie parole non giustifico i Rosarnesi , ma sto solo dicendo che quando la situazione di instabilità e di precarietà dell'ordine pubblico e della pubblica sicurezza per anni è in bilico , prima o poi la tensione accende gli animi , e guardi lì non hanno perso solo i Rosarnesi o gli extracomunitari , ma abbiamo perso tutti in quei giorni , abbiamo perso come italiani e come esseri umani.

Questa è l'inesattezza!

Concludo dicendole che ho fatto rimuovere il topic , in quanto pubblicato senza il suo permesso, rimango disponibile al confronto .

Buonanotte
Lixia

scustumato ha detto...

Io ho scritto che l'INTERA popolazione di Rosarno tiene i fucili nel ripostiglio ed ha sparato? E dove? Dove compare nel mio post il termine INTERA? Qua non parliamo di cinque persone isolate, parliamo di una moltitudine di persone talmente ingente da poter essere (metaforicamente) definita una popolazione.

Sarebbe questa l' inesattezza? Cosa pretendevi? Che in un post satirico scrivessi "le mele marce di rosarno, con tutto il rispetto per quelle che a differenza di loro sono brave persone, hanno preso i fucili etc."? E magari che invece di "Rosarnville" chiamassi il gioco "Melemarcechenientehannoachevedereconlepersoneperbenedirosarnville" perchè altrimenti qualcuno potrebbe pensare che io volessi lontanamente intendere che l' intera comunità etc.? E tu hai scritto un papiello di mezza pagina per dire questa stronzata?

Io ho descritto un ben preciso COMPORTAMENTO: Prendere i fucili e sparare contro gli immigrati perchè accusati di non essere onesti e civili come le persone che gli hanno sparato addosso.

Qualsiasi persona di media cultura e intelligenza capisce senza troppe difficoltà che un post satirico (soprattutto se appartenente al genere del politically uncorrect) è per forza di cose caratterizzato da un linguaggio iperbolico e va dunque letto con ELASTICITA'.

Ti ricordo inoltre che tu, che ti ergi spocchiosamente a paladina dei diritti dei calabresi, sei intervenuta sul mio blog per difendere uno che mi ha definito "soggetto" e che ha inteso denigrare la mia integrità intellettuale, dicendo che non avrei avuto il coraggio di dire queste cose davanti alle persone interessate. Suppongo che lui non avrebbe il coraggio di dire di fronte ad un clan che la mafia è una merda, ma questo non significa che la stessa non lo sia o che lui non sia libero di dirlo.

Quanto accaduto a Rosarno è semplicemente vergognoso e non vedo perchè dovrei farmi problemi nel parlarne. Quando gli abitanti di Ponticelli(Na) incendiarono il campo Rom con dentro tutti i suoi inquilini (tra cui vecchi e bambini), io (da napoletano) feci esattamente la stessa cosa: Scrissi un post durissimo per condannare l' accaduto. Chi se ne fotte di diffamare Rosarno? Che interesse potrei avere a fare questo? Ma soprattutto CHI VI CONOSCE?

scustumato ha detto...

@Tutti i miei lettori

Poi vi sorprendete se mi caco il cazzo di scrivere?

Anonimo ha detto...

Come disse Luttazzi: la satira fa quel cazzo che gli pare. Perchè dare tutte queste spiegazioni?

Anonimo ha detto...

Io anche quando conosco un calabrese di faccia ce lo dico che sono un poco gente di merda...

Anonimo ha detto...

Caro scustumato, c'è modo di fottermi questa applicazione o almeno le foto per metterle su facebook e ricevere una miriade di insulti?
Al signor Lixi vorrei chiedere se ha mai sentito la parola satira e se ha mai sentito l'espressione del nostro antenato Quintiliano "satura tot nostra est". La satira è iperbole, esagerazione, esasperazione della realtà. Ha mai sentito una barzelletta sui carabinieri? Chi la racconta implicitamente pensa che tutti i carabinieri siano scemi? e sulle bionde? le donne in generale? i napoletani? i neri?
Con rispetto e cordialità
E.

ananimo ha detto...

io mi rendo conto dello stato d'animo in cui si devono trovare gli abitanti di Rosarno. Anche io mi sono trovato una volta a dover gestire una situazione altrettanto delicata: il mio cane aveva preso la rabbia ed io gli ho dovuto sfondare la testa a calci.
Ancora oggi se ci penso mi viene un magone...

Zì 'Ntonio ha detto...

Appena ho visto 14 commenti ho pensato due cose:
- o il post è piaciuto così tanto da essere commentato da cani e porci di ogni dove, tipo quelli su Don Peppe Sorrentino, di Trashopolis;
- o si è acceso qualche dibattito inutile.
Ahimé, seconda opzione.

Scustumato, io odio profondamente quando guardo un video su Youtube (che magari lascia intravedere che i personaggi al suo interno sono del nord o del sud) e sotto ci sono i commenti del cazzo in cui gente che non avrebbe nemmeno il coraggio di far presente al salumiere sotto casa che il prosciutto lo vogliono senza grasso, si piglia a maleparole e minacce.
E allora? Non dovrei più aprire Youtube?

Lascia parlare la gente. Anzi, foss'a Maronn "parlare": lascia sfogare la mente di gente seduta comodamente in poltrona, protetta dallo schermo del pc.
Tu fai quello che ti senti.
Purtroppo abbiamo il cervello dormiente, tutti. Non sappiamo più cos'è la satira perché ci stanno ammaestrando buono e meglio; subito gridiamo allo scandalo e faremmo tornare volentieri di moda la ghigliottina se qualcun altro ci sottolinea un episodio VERO ma SCOMODO; ci sentiamo paladini della difesa della propria regione o città, ma alla prima occasione saremmo disposti a cacare dall'aereo pur di scappare dalla realtà del nostro luogo di nascita.

E' raro che mi metto in mezzo a queste discussioni: mi piace molto il faccia-a-faccia, devo guardare negli occhi una persona, sentire il tono della voce, altrimenti non capisco se è davvero interessato a colloquiare.
Battere due-tre tasti sulla tastiera è più comodo ed economico della seduta psichiatrica.
E' come tirare una pietra contro una finestra ma essere distanti milioni di chilometri. Bella soddisfazione del cazzo.

Ah, sia chiaro: ognuno la pensa come vuole. Sostengo sempre che chiunque può fare qualsiasi cosa, l'importante è che non si leda la persona altrui.
Però non venitemi a dire che così l'autore di questo blog ha leso TUTTI i cittadini di Rosarno.
Non c'è bisogno ogni volta di puntualizzare che "anche al Nord c'è gente così", "non è tutta la città in questo modo", "ma tu che ne sai, perché non ci vivi" e bla bla bla.

Mammamì, e vuje accussì campat c'o stommac nfracetat...

Zì 'Ntonio.

PS: @ nerdepresso
i personaggi sono di Double Dragon, il primo della trilogia.

PS2: A ME IL POST E' PIACIUTO.

Anonimo ha detto...

@ scustumato
Ti confesso che negli ultimi tempi ho pensato che ne avessi perso di smalto... mi sbagliavo. Bravo.

@ Lixia
Sono nato e vivo al nord. Le garantisco che qui da noi -nonostante tutto- nemmeno il più becero pastore valtellinese si sognerebbe MAI di:
1. rilasciare le dichiarazioni che abbiamo ascoltato nei giorni scorsi, da parte degli abitanti di Rosarno. OLTRE l'intolleranza e la xenofobia.;
2. sparare da un balcone, verso la folla inerte.

L'Italia (e gli italiani) di Checco Zalone, lasciali ai film natalizi.

scustumato ha detto...

@Anonimo

Più che smalto, credo di aver perso proprio la voglia di scrivere. Ed il fatto che ogni volta che faccio un post esce un mongoloide che piglia 'o cazz' p'a banca 'e l'acqua e mi caca il cazzo fino all'inverosimile, di certo non aiuta. Grazie per i complimenti.

Stefano ha detto...

Bravissimo Scustumà, bel pezzo

Anonimo ha detto...

Grande scustumato, io vado in crisi quando non scrivi!
Dario

Anonimo ha detto...

huahuahuahua, l'anonimo settentrionale che difende i suoi compaesani, ma statt zitt che facite schif pur vuje... o ti sei già scordato i discorsi di Gentilini...

Anonimo ha detto...

@ Lixia
26-04-10
ROSARNO - Trenta persone (per ora) in carcere. Questo è l'esito del blitz contro il racket dello sfruttamento e della riduzione in schiavitù degli immigrati in agricoltura. Sequestrati circa 10 milioni di Euro. La mia domanda: "...e mò come fanno a metterli nella dichiarazione dei redditi?".