giovedì 28 giugno 2007

National Geographic Gallery : Alla scoperta del Mondo


Alla scoperta dell' Arabia Saudita

L' Arabia Saudita è uno stato della penisola araba. Si chiama così perchè fà 'nu cazz' e cavero (dall' arabo saudàre) e ci sta deserto da tutte le parti. Confina con l' Iraq, la Giordania, gli Emirati Arabi Uniti e Casoria. Le persone più influenti sono gli sceicchi, che hanno fatto fortuna aprendosi le pompe di benzina nel deserto e vendendo la miscela per i motorini 50. Le donne arabe indossano un velo che si chiama chador, perchè serve a nascondere la puzza del ciato. Quelle che stanno più inguaiate di tutte si mettono il burqa e chi se le sposa ha passato il guaio per tutta la vita. Ciononostante esistono uomini che ancora non si sono imparati o a cui non fa schifo veramente niente, che se ne sposano pure 7-8 assieme e le mettono in casa a pulire i friarielli, una tipica verdura che cresce solo nel deserto del Nefùd. Gli uomini arabi sono veramente molto 'nsisti e come vedono una guerra, pure che nessuno gli ha detto niente o li ha sfottuti, subito si devono menare in mezzo perchè la loro religione dice che le porte di Janna si apriranno solo per chi la capa veramente non l'aiuta e dimostrerà sul campo di essere uno che non si mette paura di niente. Le lingue parlate sono l'arabo (che è simile al torrese ed al puteolano, a causa delle incursioni di questi popoli nella penisola arabica) e il berbero, che è una lingua che ancora oggi nessuno la riesce a decifrare, però ogni tanto puoi incontrare a un vecchio che parla lui da solo nel deserto, pronunciando frasi apparentemente incomprensibili e sputando per terra. Quello è il berbero. Mi sembra che pure può bastare così.


Il ministro del welfare dell' Arabia Saudita, Rafiluccio Sandokàn

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Un altro grande post!

Anonimo ha detto...

http://www.youtube.com/watch?v=rhn8qumrzV8&eurl=http%3A%2F%2Fsfaccimma%2Ddella%2Dgente%2Eblogspot%2Ecom%2F2007%5F06%5F01%5Farchive%2Ehtml

Anonimo ha detto...

L'arabia arricchiunita..

Emanuele ha detto...

Post molto 'nzisto