venerdì 2 maggio 2008

Index Filmorum Prohibitorum : Prossimamente al cimena

ATTENZIONE : Il post che state per leggere fa particolarmente schifo ed è sconsigliato proseguire la lettura a tutti quelli che credono nei santi, nella chiesa e nei ciucci che volano. Io ve l' ho detto, se è qualcosa non cacate il cazzo.

San Giovanni Rotondo(Usa). La chiesa ha messo a punto un' altra infallibile macchina per fare renari e stavolta non si sono messi scuorno di sfruculiare la mazzarella nemmeno ai morti. Nientedimeno che per apparare una cosa di soldi . . . sono andati a scavare . . . A PADREPPIO!!!!! L' ambizioso cardinale Arruini aveva deciso di esporre il corpo del santo per far accorrere i fedeli e, per fare le cose fatte bene, gli aveva messo pure un microchip dentro al buco del culo, tipo animatrone, che lo faceva alzare e benedire ogni volta che uno si avvicinava, proprio per far capire a tutti che si trattava di un miracolo veramente. Una volta messa a punto la salma e terminato il rodaggio, l' astuto porporato decide di farla riporre all' interno di un buattone tipo quelli della marmellata santa rosa, con pareti in cristallo lavorato a mano e realizzato appositamente per l' occasione da bambini filippini di età compresa tra i 3 ed i 7 anni, che la chiesa ha tolto dalla strada ed ai quali ha dato un lavoro onesto ed un perizoma in pizzo disegnato da eros veneziani. I fedeli, raccolti in massa davanti alla televisione per vedersi la puntata su rete4 ed appresa la notizia dell' ostensione durante una televendita condotta da Giorgio Mastrota e Paolo Crepet, essendo gente che se la chiesa gli dice che è peccato a lavarsi il mazzo loro si fanno venire il colera senza porsi proprio la questione etica, si incasano tutti quanti a calci e scuzzettoni dentro al pullman verde usato fino ad una settimana prima da veltroni pe ffà figur 'e mmerd in tutta Italia e, senza togliersi nemmeno il mantesino della coconuda ed i guanti per lavare a terra, si dirigono allegramente verso San Giovanni Rotondo. A bordo del pulman verde appare anche il noto cantante Gigione, in un prestigioso cameo, che allieta il viaggio dei fedeli, alternando canzoni di devozione e gratitudine a Padre Pio con canzoni che parlano di guagliuncelle che a 13 anni sono uscite incinte e nemmeno la Nasa può arrivare a scoprire quale cantante neomelodico ultracinquantenne senza capelli e con tanto di figlio d' arte è il padre. I fedeli giungono al santuario tutti contenti proprio come i mongoloidi, convinti che presto avrebbero visto a Padre Pio tale e quale a come sta ritratto sopra alle immaginette sacre, magari pure sorridente. Quando poi si trovano davanti un corpo putrefatto e mezzo mangiato dai vermi, che si alza e benedice forsennatamente, tipo i pazzi che girano per i paesi facendo sempre gli stessi gesti a ritmo convulsivo, ed i brandelli di carne che cominciano a volare dal braccio del santo per l' eccessiva velocità del gesto ripetuto ed azzeccarsi in faccia alle pareti del buattone di cristallo, cominciano tutti quanti a rimettere uno addosso all' altro, come dentro al film "Piccola peste torna a scassà 'o cazz", con i figli piccoli in braccio che piangono e dicono che padreppio è cattivo e non lo vogliono andare a vedere mai più. All' improvviso da dentro alla folla di gente stummacata esce uno che aveva fatto pure le superiori e dice : "Scusate ma una caratteristica imprescindibile della santità non era l' immarcescibilità della carne?". Nemmeno il tempo di finire la frase, che si trova gli agenti dell' Opus Dei alle spalle e di lui non si saprà mai più nulla. Mò un poco per il fieto che si era fatto dentro al santuario dopo che tutti quanti avevano combinato quello sperpetuo a terra, un poco per le iastemme del cardinale Arruini che erano arrivate fino in cielo e avevano fatto pigliare collera a parecchi santi, spingendoli addirittura a dubitare della loro stessa esistenza, un poco per il ritmo ossessivo delle preghiere delle suore che si facevano il segno della croce velocissimo una continuazione e che avrebbero fatto perdere la pazienza pure a Gesù Cristo in croce, un poco perchè per sparagnare la chiesa si era rivolta ad uno che accunciava i giradischi e che diceva che pure che non si era laureato il microchip lo sapeva fare pure lui, ad un certo punto la salma di Padreppio si fa venire i cinque minuti, scassa il buattone di cristallo e comincia a staccare teste da sopra al collo delle persone anziane ed alluccare tipo king kong, sbattendosi i pugni sul petto scarnificato che se ne cade sempre più a pezzi. Riusciranno i fedeli a salvarsi da questo schifo e recuperare la fede smarrita nei santi che adesso dubitano loro stessi della loro esistenza? Riuscirà il cardinale Arruini ad inzerrarli dentro al santuario assieme al cyborg assetato di sangue e chi s' è visto s' è visto con l' aiuto degli agenti dell' Opus Dei ed apparare pure quest' altra figura di merda, facendo ricadere la colpa sulla stampa di sinistra? Riuscirà la salma di Padreppio a rimettere la capa a fà bene prima di perdere completamente lo scuorno, alzarsi la tonaca da frate ed uscire con le pacche scarnificate da fuori? Lo saprete soltanto se vi andrete a vedere . . .


La locandina, comprensiva di testi, è frutto dell' incredibile talento di Kurtiell

8 commenti:

Alberto ha detto...

In effetti i lettori più delicati e devoti potrebbero uscire da questo blog bestemmiandoti dietro.
Però è vero, trovo anche io abbastanza triste questo tentativo di far soldi sulla fede delle persone.
Ho trovato la cosa abbastanza macabra.

C4FF3iN4 ha detto...

80mila immaginette votive che trovi in qualsiasi negozio souvenirs e non...
30mila depliant della parocchia sotto casa, che con molta discrezione riempie tutte le buche delle lettere ogni settimana per pubblicizare il vaggio al santuario di padre pio..
E tu dici che hanno riesumato il corpo solo per farci ulteriormente altri soldi? Ma no.. figuriamoci!!
Ci manca solo che un giorno ci chiedano di mandare un sms per il televoto: Santa Rita da Cascia VS Padre Pio!
Sono perfettamente d'accordo con te: ci vorrebbe davvero che padre pio spaccasse tutto!

Anonimo ha detto...

sei un enorme coglione

scustumato ha detto...

Dai anonimo, non ti arrabbiare. Se fai il bravo, porto anche te a vedere Padreppio, così gli dici come sei stato bravo a scrivere le maleparole senza firmarti e tutti ti sbatteranno le mani. Se hai meno di 10 anni, comme immagino, evita di metterti pantaloncini troppo corti e attillati, altrimenti i cardinali vanno trovando che li provochi e poi sono fatti tuoi.

karvek ha detto...

Adesso la mia fede vacilla, ahah.
Stupenda la tua versione trash-splatter della riesumazione della $alma di Padr€ Pio... :(

Anonimo ha detto...

sto murenn' !!

≠fab≠ ha detto...

Prossimamente su questi schermi: PADRE PYO VS FREDDY KRUGER! Memorabile la scena in cui Freddy tenta inutilmente di infilzare la mano del ns Eroe, beccando la stimmate e rimediando così una rosariata in fronte dal nostro Prode Vecchietto che lo avvicina come a Mortacc Kombat!

SOON IN THEATERS NEAR san giovanni round!



[pubblica questo e cancella l'altro!]

StefsTM ha detto...

E fu così che l'Opus Day(ma quale dei) venì a suonare alla tua porta intimandoti di non scassargli o' bissness..